Iperglicemia sintomi neurologici

Argomenti correlati

Iperglicemia sintomi neurologici

Diabete e sistema nervoso: iperglicemia sintomi neurologici

Come abbassare la glicemia alta e, soprattutto parlando di iperglicemia sintomi neurologici, quali sono quelli che dovrebbero preoccupare i diabetici?

Quello dell’iperglicemia sintomi neurologici è un argomento da non sottovalutare, spesso capita che l’iperglicemia o i sintomi iniziali di una glicemia alta non vengono riconosciuti subito, perché confusi con una semplice sensazione di debolezza, stanchezza o forte sete.

Tuttavia, non devono essere sottovalutati i sintomi neurologici che potrebbero provocare un’iperglicemia, perché gli effetti collaterali possono diventare molto gravi.

Per questo riconoscere precocemente i sintomi neurologici dell’iperglicemia, chiarire le cause e gli eventuali rimedi è di fondamentale importanza.

L’iperglicemia quando è pericolosa

Iperglicemia pericolosa

L’iperglicemia è una condizione che nella fase acuta può provocare sintomi simili a quelli di un ictus, si verifica quando i livelli di zucchero (glucosio), nel sangue sono troppo alti per troppo tempo.

In caso di diabete, i picchi glicemici vanno evitati e i livelli della glicemia devono essere tenuti il più possibile vicino ai valori normali.

Episodi di iperglicemia lieve di solito non sono pericolosi e tendono a risolversi da soli, o comunque possono essere trattati abbastanza facilmente.

Se i livelli di glucosio nel sangue restano alti per molto tempo, l’iperglicemia e i sintomi neurologici non vengono trattati, si rischiano patologie piuttosto serie e pericolose per la vita come la chetoacidosi diabetica, una complicanza acuta del diabete che si manifesta principalmente nei soggetti con diabete tipo 1.

I sintomi sono nausea, vomito e dolori addominali, nella fase successiva provoca edema cerebrale, coma, morte.

Un’altra patologia è il coma iperosmolare, questa volta si manifesta nei soggetti con diabete di tipo 2, ed è potenzialmente letale.

Si può manifestare a seguito di una prolungata e severa iperglicemia, causata da un’eccessiva disidratazione dovuta all’eliminazione dell’eccesso di glucosio.

Iperglicemia sintomi mentali

Nell’iperglicemia i sintomi neurologici tendono spesso a non essere riconosciuti perché come accennavamo prima vengono confusi, ignorati o associati ad altre cause.

Le principali manifestazioni dei sintomi mentali sono:

  • alterazioni dell’umore
  • stanchezza mentale
  • difficoltà di concentrazione
  • confusione

Attenzione, l’iperglicemia non è un problema a carico esclusivo dei soggetti diabetici, talvolta, infatti a seguito di un pasto eccessivo, troppo ricco di carboidrati e zuccheri, una persona in salute potrebbe incorrere in un aumento indesiderato del livello glicemico.

Se i casi di iperglicemia con sintomi neurologici sono frequenti, allora il corpo potrebbe iniziare a mandare segnali più evidenti e intensi quali: continue alterazioni dell’umore, momenti di grande euforia alternati da stati d’irascibilità o depressione, ma anche sonnolenza eccessiva, sbandamenti, perdita di coscienza.

Nelle persone diabetiche si possono manifestare queste sintomatologie che possono aggravarsi a causa del fatto che il pancreas produce poca insulina, o come nel caso del diabete 1, non ne produce affatto.

Complicanze dell’iperglicemia sul sistema nervoso centrale

Il rischio di ictus cerebrale ischemico, per chi ha il diabete, è più del doppio rispetto ai soggetti sani.

I casi di iperglicemia provocano danni micro-vascolari e macro-vascolari.

Per prevenire e ridurre gli effetti relativi a questo tipo di evento bisogna tenere sotto controllo i valori della glicemia, evitare il più possibile i casi di iperglicemia (soprattutto nei pazienti anziani), l’ipertensione arteriosa, il fumo, la sedentarietà l’abuso di alcol e l’obesità.

Un’altra conseguenza a livello neurologico è quella del declino delle funzioni cognitive causato dall’iperglicemia.

A risentirne sono le funzioni esecutive, l’apprendimento, la memoria e l’efficienza psicomotoria.

Questo tipo di problema si presenta, in modo particolare, nei giovani (bambini dai 5 ai 7 anni), in quanto i sistemi cerebrali in questa età vanno incontro a estesi cambiamenti strutturali; in età adulta (dopo i 65 anni), il cervello in questo caso va incontro a fenomeni neurodegenerativi causati dall’età.

Complicanze dell’iperglicemia sul sistema nervoso periferico

Complicazioni iperglicemia

Anche i nervi periferici possono andare in sofferenza a seguito di un’iperglicemia non trattata o trascurata, questo si traduce in neuropatia.

Si stima che tra la popolazione diabetica ne sia affetta circa l’11 – 30% delle persone.

I sintomi principali si manifestano nei piedi e sono intorpidimento, formicolio, dolore e debolezza.

Per lo più i disturbi sensitivi si avvertono a livello motorio e spesso causano perdita dell’equilibrio con rischio di cadute improvvise e nel caso dei pazienti più gravi si può arrivare a gravi ulcerazioni e amputazione del piede.

Iperglicemia sintomi neurologici le principali cause

Le cause che possono alzare la glicemia e provocare iperglicemia e di conseguenza i sintomi neurologici, di cui stiamo parlando, possono essere diverse e correlate a fattori fisici, psicologici e soprattutto metabolici.

Una dieta scorretta, uno stile di vita sedentario, la poca idratazione, farmaci, squilibri ormonali e stress sono le cause più comuni.

Nel caso del diabete, mangiare troppo o non seguire il piano di alimentazione stabilito con il medico può essere causa di iperglicemia.

Saltare le dosi del farmaco prescritto per il diabete o assumerne una quantità eccessiva per contrastare un picco glicemico basso può essere pericoloso.

Le raccomandazioni per evitare l’iperglicemia e i sintomi neurologici

Raccomandazioni sull'iperglicemia

Secondo molti medici, per prevenire o addirittura evitare l’iperglicemia, si deve prima di ogni altra cosa modificare la dieta, ad esempio evitando tutti quei cibi che aumentano la glicemia.

Bere molti liquidi, che però non contengano zuccheri, perché aiutano il corpo a ripristinare il giusto livello di idratazione.

Praticare esercizio fisico regolare di moderata intensità, come una camminata veloce, riduce i livelli glicemici e favorisce il dimagrimento.

Sotto consiglio del medico, se necessario, si può modificare il dosaggio di insulina giornaliero, in questo caso controllare più frequentemente la glicemia.

Molto spesso l’iperglicemia frequente è un campanello d’allarme che avvisa il sopraggiungere del diabete, per questo i sintomi neurologici dell’iperglicemia non vanno sottovalutati e trascurati.

È fortemente raccomandato dai medici e dai diabetologi il controllo periodico della glicemia su prelievo venoso almeno una volta all’anno se i valori restano nei limiti.

Se ti è piaciuto il nostro articolo su iperglicemia sintomi neurologici continua a seguirci leggendo i nostri articoli che trovi sul sito glicemia.net.

Se vuoi rimanere sempre aggiornato iscriviti gratuitamente alla newsletter, ogni settimana nuovi articoli su iperglicemia, ipoglicemia, diabete e molto altro.

Seguici anche sui canali social.

SEGUICI SU

Facebook glicemia.net
TikTok
Logo instagram glicemia.net
Pinterest per glicemia.net

Contatti  Privacy  Privacy Policy  Cookie Policy  Disclaimer e Note legali  Condizioni d’uso

© 2021 Credits by Italy Web Marketing Voc. Nese, 97 05024 Giove (TR) Tel: 0744 031292
Mobile: 389 6865906 or 389 6817784

Grazie per esserti iscritto...

C'è stato un errore. Per favore riprova.

DI RICEVERE NOTIFICHE GRATUITE E DI POTERMI CANCELLARE IN QUALSIASI MOMENTO.
Non condividete la mia email a terzi.
Per maggiori informazioni leggi la PRIVACY POLICY